Il Carmelo di Echt

Il Carmelo di Echt

¶E per vivere in solitudine nella pace e nel silenzio
ai confini della realtà,
mentre ad Auschwitz soffiava forte il vento
e ventilava la pietà,
hai lasciato le cose del mondo,
il pensiero profondo dai voli insondabili,
per una luce che sentivi dentro, le verità invisibili.
¶Dove sarà Edith Stein?
Dove sarà?
¶I mattini di maggio riempivano l’aria
i profumi nei chiostri del carmelo di Echt.
Dentro la clausura qualcuno che passava
selezionava gli angeli.
E nel tuo desiderio di cielo una voce nell’aria si udì:
gli ebrei non sono uomini.
E sopra un camion o una motocicletta che sia
ti portarono ad Auschwitz.
¶Dove sarà Edith Stein?
Dove sarà?
¶E per vivere in solitudine nella pace e nel silenzio
nel carmelo di Echt.

Album: Il Carmelo di Echt -
1991
Musiche: Camisasca
Testo: Camisasca
Le «verità invisibili» di Edith Stein

La canzone è un manifesto del misticismo interreligioso e interconfessionale contemporaneo in lotta contro i nazisti di ogni tempo e di ogni luogo e si colloca al confine tra le «verità invisibili­­­­­» del misticismo e la violenza più atroce della storia. Ricostruisce con precisione la vicenda umana e spirituale di Edith Stein, monaca, filosofa e mistica tedesca di origine ebraica. Fu prima docente universitaria e per un lungo periodo condusse speculazioni filosofiche sotto il magistero di Husserl, poi fu suora carmelitana di clausura a Echt. Proprio dal Carmelo di Echt, venne rapita nell’Olanda invasa dai nazisti, e morì martire ad Auschwitz.
Il frammento del testo «hai lasciato le cose del mondo, il pensiero profondo… per una luce che sentivi dentro, le verità invisibili» allude alla scelta capitale compiuta dalla Stein di rivolgersi al misticismo, una scelta di solitudine, di pace, di silenzio (come si dice con precisione nell’incipit della canzone). Sottotraccia è possibile scorgere però (e questo rende il testo ancora più affascinante e misterioso, pur nella sua apparente semplicità) l’esperienza biografica di Camisasca, di Battiato, di Alice.

[…]

abbònati per accedere a questo e agli altri commenti di battiatolacura.it