Fortezza Bastiani

Fortezza Bastiani

¶Resisterà alle dolci lusinghe la Fortezza Bastiani?
Bugiardi imbonitori l’assediano
con violenze degne di Tamerlano
Resisterò andando incontro al piacere
ascoltando il respiro trattenendo il calore
su un’altra forma d’onda intonerò il mio pensiero
Ho camminato girando a vuoto
senza nessuna direzione
mi tiene immobile nei limiti
l’ossessione dell’Io
¶Mi ritrovai seduto su una panchina
al sole di febbraio
un magico pomeriggio dai riflessi d’oro
e mi svegliai con l’aria di pioggia recente
che aveva lasciato frammenti di gioia

Album: Dieci stratagemmi -
2004
Musiche: Battiato
Testo: Sgalambro Battiato
Contro i «bugiardi imbonitori»

Il brano descrive, invertendo, come spesso in Battiato-Sgalambro, l’ordine logico di sviluppo, un momento di smarrimento esistenziale e la sua soluzione:
Ho camminato girando a vuoto / senza nessuna direzione / mi tiene immobile nei limiti / l’ossessione dell’Io… Mi ritrovai seduto su una panchina / al sole di febbraio / un magico pomeriggio dai riflessi d’oro / e mi svegliai con l’aria di pioggia recente / che aveva lasciato frammenti di gioia.
La parte iniziale («Resisterà… Resisterò») presenta invece la necessità di difendere questo prezioso equilibrio (questa «gioia») rispetto a quanto potrebbe metterlo in crisi, ovvero «le dolci lusinghe» e «le violenze» che vengono agite dalle follie sempre rinascenti del nostro io e dalle violenze della realtà esterna.

[…]

abbònati per accedere a questo e agli altri commenti di battiatolacura.it